LOCANDA CARMELINA: TRADIZIONE PARTENOPEA

Locanda Carmelina: tradizione partenopea e vibrazioni forti. Non è facile stare a Milano ma sentirsi in un attimo come d’incanto a Napoli o in una delle meravigliose località della Costiera Amalfitana. Blu, bianco, azzurro chiaro, porcellane vietresi, buon cibo e bei sorrisi: ecco Locanda Carmelina.

Il luogo perfetto per delle fredde e nebbiose giornate milanesi quando la malinconia pervade l’insondabile. Non fatevi abbattere perchè il buonumore qui viene preparato e servito: fragranti fiori di zucca ripieni fritti, spaghetti alla Nerano oppure uno spaghetto “avvongole” così buoni da sembrare di stare con i piedi sulla sabbia a La Gaiola. Provate anche la pasta e patate. Cassoeula è stato bello ma potremmo dimenticarti in fretta.

Un allestimento mediterraneo dove si prediligono bianco e azzurro e quelle note colarate melodrammaticamente vietresi. Armonia e freschezza dell’ambiente ma soprattutto dei piatti che sono serviti seguendo il metodo classico partenopeo e della tradizione autentica.

A Milano due locali, in via Cadore 2 e in via Revel 5. Da soli, in coppia o con gli amici a voi la scelta. Fatto sta se siete impossibilitati a prendere un treno oppure un volo con destinazione Napoli e bellezze locali non vi resta che optare per Locanda Carmelina: tradizione partenopea.

Tra i molti locali milanesi Locanda Carmelina è sicuramente un luogo che si distingue per bontà e anche per la solarità del personale. Il ristorante prende il nome dalla madre del titolare, Nanni Arbellini, già ideatore a Milano del progetto Pizzium.

Voglia di sud Italia? Corri a conoscere Masseria Potenti. Leggi qui

Piccola nota, cucina testata con amica napoletana DOC: voto dieci e lode. Altro consiglio: qui avete l’obbligo di sentirvi felici, la dieta è un pensiero triste.

Informazioni

Locanda Carmelina

Instagram

Facebook

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.