(RI)PARTIRE DAL MADE IN ITALY: TASSONI

Tassoni, celebre marchio del Made in Italy. Un famoso spot improvvisamente riecheggia in noi tutti “quante cose al mondo puoi fare…”. Parlare con l’AD di Tassoni, il dottor Accardo, è come aver ripercorso insieme un pezzo di storia della pubblicità. La famosa cedrata Tassoni e il segreto della lavorazione dei cedri che dalla Calabria vengono portati a Salò, sede dell’azienda, qui viene ricavato l’estratto dalla buccia, mentre la polpa torna in Calabria. Vi chiederete perché mai? Beh, così facendo la polpa viene destinata all’industria alimentare. Un Esempio concreto di ciclo economico virtuoso e di economia sostenibile! Si riesce così a creare un circolo virtuoso.

Dall’inizio dell’emergenza l’azienda Tassoni è rimasta chiusa per poco ed è quindi stato ritenuto opportuno riavviare la produzione. Il 95% delle norme ora previste per fronteggiare la lotta al Covid19 sono normalmente adottate e rispettate. Tassoni si è sin da subito inoltre dotata di uno termoscanner quindi non è stato assolutamente difficile adeguarsi. Il dottor Accardo afferma che: “lavoriamo per il 52% del nostro fatturato con il settore dell’horeca che era fino a qualche giorno fa bloccato per la chiusura di bar e ristoranti. Abbiamo quindi sempre lavorato durante questo periodo con la grande distribuzione e l’estero alternando la metà dei nostri addetti alla produzione e quindi utilizzando una cassa integrazione alternata”.

Conosci Gragnano il paese della pasta? Clicca qui

In questo momento storico di fragilità generale Tassoni ha però deciso di continuare a rinnovarsi e rimanere al passo con i tempi investendo nella comunicazione via web e social centrando il tutto sull’immediatezza del messaggio da veicolare al consumatore. L’azienda ha investito inoltre molto capitale in nuovi macchinari. circa 3 milioni di euro e gli ultimi cinque anni sono stati un periodo dorato per l’azienda e senz’altro questo ultimo anno senza la presenza del Covid19 sarebbe stato esplosivo e ricco di novità. L’azienda già si preparava a lanciare nuove sorprese. Il dottor Accardo dice che: “l’export avrebbe portato a un raddoppio del fatturato. Ora l’azienda è un po’ rallentata anche se ad esempio gli investimenti per la comunicazione non subiranno variazioni sempre basandosi poi sull’effettiva riapertura e andamento dei mercati”.

Una delle novità a cui sta pensando Tassoni è la bibita a zero zuccheri, i primi test sono stati già effettuati ma la situazione attuale sta rallentando e il tutto è stato quindi rinviato al prossimo anno. Una linea sulla quale l’azienda punta e crede molto è “Fiori e Frutti Tassoni BIO”. Tassoni punta molto sulla qualità e sulla sicurezza e l’importanza dell’origine della materia prima. Non da meno sottolineare che nella fase di produzione vengono utilizzati alambicchi di fine ottocento e primi del novecento. La tradizione che si sposa con l’innovazione e la ricerca, un percorso che ha portato l’azienda ad una vera e propria esplosione poiché negli ultimi anni i ricavi sono stati del +25%. La mission sarà sempre più quella di gestire al meglio gli acquisti delle varie materie prime e gli investimenti. Ora si sta attraversando una fase di stand by ma qui si continua ad ideare per essere pronti non appena il mercato si riavvierà.

Tassoni pensava e aveva già molte iniziative pronte per l’estate 2020 come quelle che si stavano organizzando sulla famosa costiera romagnola. L’idea era quella di organizzare aperitivi, feste e manifestazioni dedicate al prodotto Tassoni. Il Covid19 ha costretto l’azienda invece a fare dell’utile per il sistema Paese duramente colpito ad esempio con delle donazioni alla Regione Lombardia, la più duramente colpita.

Il pensiero del dottor Accardo rispecchia una visione di lungo corso, ricca di esperienza imprenditoriale. Nel suo modo di vedere “l’italianità risorge sempre”. L’Italia con il suo saper fare è un prodotto vincente. Sempre il dottor Accado afferma: “i 227 anni della storia Tassoni sono davvero anche fonte di stupore per l’estero e quasi a volte gli stranieri non ci credono sull’anzianità dell’azienda ma appena scoprono questo diventano subito nostri tifosi e sostenitori. L’Italia riuscirà perché lo dimostra e dimostrerà con i fatti, in campo imprenditoriale”.

Tassoni è sinonimo di qualità e di bibite che sono considerate lo champagne delle bibite analcoliche. Grazie dottor Accardo, grazie Tassoni!

Buon viaggio!

Tutti i diritti di immagini e video presenti sono riservati.
Illustrazione fondo pagina: © Violetta Pouedras

Informazioni

Tassoni

Instagram

Facebook

VisitGarda

2 Comments

    1. Tomas

      Ciao! Ti ringrazio…Viacolbento ha iniziato questo viaggio virtuale con grandi nomi del Made in Italy anche e soprattutto per far conoscere il nostro meraviglioso territorio! Siamo davvero molto felici ti piaccia il tutto!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.